Netflix

Discussioni varie a sfondo musical operistico... ma non solo
Avatar utente
Misia
Messaggi: 2715
Iscritto il: 21 ott 2010 17:36
Località: Lazio

Re: Netflix

Messaggio da Misia » 22 nov 2020 19:50

Sto guardando la seconda stagione di "Fargo", su Sky. La prima, ispirata all'omonimo film dei fratelli Cohen, mi è piaciuta moltissimo; la seconda mi sta piacendo un po' meno ma comunque la guardo con interesse. Narrano entrambe di fatti di sangue accaduti in Minnesota. In entrambe c'è quel po' di grottesco che non dispiace, anzi. Non so nulla della terza e della quarta stagione, ma neanche ne voglio sapere, le voglio guardare senza anticipazioni.


Dio non gioca a dadi con l'universo.
A. Einstein

Il Cosmo è anche dentro di noi. Siamo fatti di materia stellare. Noi siamo la via attraverso la quale il Cosmo conosce se stesso.
C. Sagan

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 18566
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Netflix

Messaggio da manrico64 » 25 nov 2020 12:21

UltrasFolgoreVerano ha scritto:
29 ott 2020 14:32
manrico64 ha scritto:
28 ott 2020 16:37
Se non l'avete vista vi consiglio Bad Blood. Tratta della mafia a Montreal. Un po' cruenta ma credo che la realtà si discosti poco dalla fiction.
Stile Soprano?
no, direi più credibile, più vera
Danilo

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 18566
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Netflix

Messaggio da manrico64 » 25 nov 2020 12:23

UltrasFolgoreVerano ha scritto:
29 ott 2020 14:32
manrico64 ha scritto:
28 ott 2020 16:38
Ora mi hanno prestato i dvd di Six Feet Under e ho visto le prime 5 puntate: attori bravissimi e inizio davvero intrigante.
Facci sapere.
serie stupenda con attori bravissimi. In certi momenti sembra quasi il preludio di Dexter :D
Danilo

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 18566
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Netflix

Messaggio da manrico64 » 25 nov 2020 12:24

pbialetti ha scritto:
11 nov 2020 12:44
La nuovissima miniserie di Netflix "The Queen's gambit" (credo malamente tradotta in italiano come "La regina degli scacchi", mentre la traduzione corretta sarebbe "Il gambetto di donna", che è un'apertura degli scacchi) non è niente male. Mi ha fatto tornare voglia di giocare a scacchi.
Ho tentato di vedere anche "Curon", serie italiana, ma ho abbandonato quasi subito a causa del livello di recitazione imbarazzante. Peccato. Mi piacerebbe vedere una serie italiana che spopola a livello internazionale come "La casa de papel".
finchè gli attori delle nostre fiction studieranno recitazione al grande fratello... :lol:
Danilo

Avatar utente
manrico64
Site Admin
Messaggi: 18566
Iscritto il: 10 lug 2001 23:31
Contatta:

Re: Netflix

Messaggio da manrico64 » 25 nov 2020 12:25

Misia ha scritto:
22 nov 2020 19:50
Sto guardando la seconda stagione di "Fargo", su Sky. La prima, ispirata all'omonimo film dei fratelli Cohen, mi è piaciuta moltissimo; la seconda mi sta piacendo un po' meno ma comunque la guardo con interesse. Narrano entrambe di fatti di sangue accaduti in Minnesota. In entrambe c'è quel po' di grottesco che non dispiace, anzi. Non so nulla della terza e della quarta stagione, ma neanche ne voglio sapere, le voglio guardare senza anticipazioni.
grazie Misia, allora mi segnerò anche Fargo tra le serie da guardare :D
Danilo

pbialetti
Messaggi: 573
Iscritto il: 24 mar 2011 09:45
Località: Berlino

Re: Netflix

Messaggio da pbialetti » 25 nov 2020 14:20

Mi sono visto la miniserie "I preferiti di Mida". Niente male. Magari non credibilissima per certi aspetti, ma un raffinato gioco di suspence che inchioda alla poltrona per le sei puntate. Forse più un divertimento intellettuale che una serie poliziesca.
Finale ambiguo: prelude a un proseguimento?

Avatar utente
b13ne
Messaggi: 8871
Iscritto il: 15 giu 2002 00:24

Re: Netflix

Messaggio da b13ne » 26 nov 2020 11:48

manrico64 ha scritto:
25 nov 2020 12:24
finchè gli attori delle nostre fiction studieranno recitazione al grande fratello... :lol:
Vero in parte, guardate Made in Italy su prime. Ammirevole anche e soprattutto per la ricostruzione d'epoca accuratissima (cosa su cui cadono quasi tutti). Vero che si svolge nell'ambiente della carta stampata della moda, quindi non può interessare tutti, ma a lungo andare diventa un ritratto degli anni '70 a tutto tondo.
Vedete i garofani?

Avatar utente
Tebaldiano
Messaggi: 15457
Iscritto il: 16 gen 2004 16:17
Località: Toscana

Re: Netflix

Messaggio da Tebaldiano » 26 nov 2020 15:18

manrico64 ha scritto:
31 ago 2020 15:24
io sono ancora impressionato dall'intensità e dalla realtà di Fauda che ho terminato di vedere un paio di giorni fa. Tra le più belle serie viste.
L’ho iniziata anche io. Sono già alla seconda stagione. Molto bella, davvero spietata.
Immagine

Avatar utente
notung
Messaggi: 20262
Iscritto il: 07 nov 2004 23:10
Località: Trieste
Contatta:

Re: Netflix

Messaggio da notung » 27 nov 2020 09:58

Narrano entrambe di fatti di sangue accaduti in Minnesota.
L’avvertimento all’inizio di ogni serie è un fake :D . Tutte le storie narrate sono inventate, i Coen, fedeli al loro gusto per il grottesco, si sono inventati questo escamotage per rendere più intrigante le vicende. È una serie stupenda, ben recitata e gode anche di una fotografia eccellente. B.B. Thornton, uno dei miei attori di culto, giganteggia nella prima serie. Sempre guidato dai Coen, nel 2001, è stato interprete principale di L’uomo che non c’era, accanto a Frances McDormand (reverenza), James Gandolfini (povero), una quasi esordiente Scarlett Johansson (inchino), Tony Shalhoub - in un’istrionesca parte di avvocato - e il mai troppo lodato Richard Jenkins.
Conosco questo film a memoria, come le opere liriche.
La Spada di Sigfrido

http://amfortas.wordpress.com/

<<Sono responsabile di quello che dico non di quello che capiscono gli altri.>> Massimo Troisi, forse.

Avatar utente
Misia
Messaggi: 2715
Iscritto il: 21 ott 2010 17:36
Località: Lazio

Re: Netflix

Messaggio da Misia » 27 nov 2020 18:04

notung ha scritto:
27 nov 2020 09:58
Narrano entrambe di fatti di sangue accaduti in Minnesota.
L’avvertimento all’inizio di ogni serie è un fake :D . Tutte le storie narrate sono inventate, i Coen, fedeli al loro gusto per il grottesco, ttsi sono inventati questo escamotage per rendere più intrigante le vicende. È una serie stupenda, ben recitata e gode anche di una fotografia eccellente. B.B. Thornton, uno dei miei attori di culto, giganteggia nella prima serie. Sempre guidato dai Coen, nel 2001, è stato interprete principale di L’uomo che non c’era, accanto a Frances McDormand (reverenza), James Gandolfini (povero), una quasi esordiente Scarlett Johansson (inchino), Tony Shalhoub - in un’istrionesca parte di avvocato - e il mai troppo lodato Richard Jenkins.
Conosco questo film a memoria, come le opere liriche.
Infatti non ho scritto che sono fatti "veri" :D ma solo accaduti in Minnesota, qualche anno addietro, nella serie. Sono alla terza stagione, anche questa ambientata in Minnesota, e mi sta piacendo moltissimo. Davvero sorprendente.
Dio non gioca a dadi con l'universo.
A. Einstein

Il Cosmo è anche dentro di noi. Siamo fatti di materia stellare. Noi siamo la via attraverso la quale il Cosmo conosce se stesso.
C. Sagan

Rispondi