Rimborso biglietti causa Covid 19

Discussioni: per i neofiti che vogliono togliersi dei dubbi e per gli esperti che vogliono approfondire...
Rispondi
Avatar utente
UltrasFolgoreVerano
Messaggi: 16789
Iscritto il: 23 dic 2001 21:42
Località: Verano Brianza (MI)
Contatta:

Re: Rimborso biglietti causa Covid 19

Messaggio da UltrasFolgoreVerano » 10 giu 2020 18:39

il_bonazzo ha scritto:
10 giu 2020 11:47
Amfortas_Genova ha scritto:
10 giu 2020 11:18
Anche Paul McCartney contro il sistema italiano:

https://www.ilpost.it/2020/06/10/paul-m ... biglietti/


Io intanto non ho ricevuto nulla dalla Scala :all
A mio modestissimo parere lo scandalo è che un ottantenne sfasciato vocalmente come Paul McCartney si faccia pagare 130 euro come minimo per assistere ai suoi "concerti".
Che poi e' pure il sosia ...



Avatar utente
marcob35
Messaggi: 857
Iscritto il: 07 set 2017 16:59
Contatta:

Re: Rimborso biglietti causa Covid 19

Messaggio da marcob35 » 11 giu 2020 17:44

Maggio Musicale

Emissione voucher - Eventi fino al 30 giugno 2020

Alle gentili signore e ai gentili signori abbonati, al nostro gentile pubblico.
Informiamo che per gli eventi fino al 30 giugno p.v., a seguito dell’entrata in vigore del DPCM 19/05/2020, è prevista l’emissione di voucher per i possessori di biglietti e titoli d’abbonamento relativamente agli eventi annullati/rinviati.

Su compilazione del modulo scaricabile da trasmettere non oltre il giorno 11 luglio 2020 a [email protected] insieme ad una scansione/fotografia scattata al cellulare del fronte/retro del proprio titolo di accesso oppure in autonomia sul portale online VivaVoucher, la Fondazione riconoscerà un voucher dell’importo corrispondente a quanto speso per i seguenti eventi annullati:

– Turandot (17, 20, 23, 27 giugno 2020);
– Concerto Daniele Rustioni/Orchestra della Toscana (16 giugno 2020);
– Concerto Juraj Valčhua (19 giugno 2020);
– Euridice (15, 18 giugno 2020);
– Concerti Daniele Gatti (26, 30 giugno 2020).

Il voucher potrà essere utilizzato per assistere a uno o più spettacoli del Teatro del Maggio presentandolo presso la biglietteria di P.le V. Gui 1, a partire dalla data di riapertura al pubblico, oppure inserendo il relativo codice sul sistema di vendita online.

La fruizione del voucher dovrà avvenire entro 18 mesi e non più 12 dalla sua emissione.

Tutti i documenti trasmessi dovranno essere accompagnati da una scansione oppure da una fotografia scattata al cellulare del fronte/retro del proprio titolo di accesso.

Per gli eventi mancanti relativi al Festival del Maggio, la Fondazione provvederà a trasmettere, con l’aggiornamento delle nuove disposizioni governative, ogni altra necessaria informazione e notizia.

https://www.maggiofiorentino.com/comuni ... voucher-2/
Ultima modifica di marcob35 il 11 giu 2020 21:07, modificato 1 volta in totale.
...continui,inutili,pretestuosi,ammorbanti,futili,oziosi,sterili,irragionevoli, fatui,insensati,ripetitivi e gratuiti interventi,che dispensa con straordinaria generosità in tutte le sezioni del forum affliggono pesantemente.
-"GEWURZTRAMINER"

Avatar utente
marcob35
Messaggi: 857
Iscritto il: 07 set 2017 16:59
Contatta:

Re: Rimborso biglietti causa Covid 19

Messaggio da marcob35 » 11 giu 2020 17:55

Riguardo il ricorso al sistema del voucher, nell'articolo di oggi sul CdS, a proposito delle ire di Paul McCartney, non so se già qualcuno l'abbia qui scritto come prassi seguita oltralpe, ma ecco:

«Ora rimborsate i soldi per i concerti annullati»
«L’italia rimborsi i soldi per i miei concerti annullati» Franceschini: ha ragione, regole più chiare sui voucher


L’intervento del ministro dopo le dure critiche di Paul al governo

Alla fine il modello tedesco potrebbe mettere tutti d’accordo. Non è questione di elezioni ma di concerti annullati e spostati causa Covid e dei voucher che hanno sostituito i rimborsi con un pasticcio tutto italiano. La prima mossa l’ha fatta Paul Mccartney. «È veramente scandaloso che coloro che hanno pagato un biglietto per uno show non possano riavere i loro soldi», ha scritto sui social. «Senza i fan non ci sarebbe musica dal vivo. Siamo fortemente in disaccordo con ciò che il governo italiano e Assomusica hanno fatto. A tutti i fan degli altri Paesi che avremmo visitato quest’estate è stato offerto il rimborso completo». Parole dure e nette che arrivano dopo le proteste dei fan sui social network.

Non ci sta a prendersi la colpa il promoter: «Comprendiamo pienamente l’amarezza dell’artista — commenta la D’alessandro&galli —, ma questa formula di rimborso è una misura straordinaria di cui il suo staff era perfettamente a conoscenza da prima della cancellazione». Meno diplomatico Vincenzo Spera, presidente di Assomusica, associazione di categoria degli organizzatori di spettacoli dal vivo: «Il baronetto ha scritto una cavolata. Conosceva la situazione e sapeva quali sarebbero state le conseguenze della cancellazione del suo tour».

Ecco lo scenario. Con lo stop ai concerti deciso dal governo a causa del divieto di assembramenti per contenere l’epidemia Covid, la musica live si è fermata. Un settore in crisi cui il decreto Rilancio ha provato a ridare fiato. Per evitare il fallimento degli operatori che sarebbero stati costretti a restituire quanto pagato dai fan, ha inventato i voucher, buoni da sfruttare entro 18 mesi su concerti dello stesso organizzatore. Un modo per salvare la filiera della musica live, ma che ha scaricato il peso della crisi sul consumatore. Quasi tutto è stato spostato all’estate prossima e, anche se c’è stata qualche protesta, questo ha tranquillizzato i fan. Il caso Mccartney è diverso. Il «Frehen Up Tour» che sarebbe dovuto passare da Napoli e Lucca proprio in questi giorni è stato cancellato e al momento non c’è nessuna ipotesi di recupero. Se il decreto venisse convertito in legge senza modifiche, chi ha speso da 80 a 220 euro per un biglietto si troverebbe a dover scegliere un altro spettacolo. Insomma, ho pagato per Macca e devo vedere Céline Dion? Una stortura.

All’estero è andata diversamente, fa notare la star. E non solo per i suoi spettacoli. In America addirittura alcuni promoter offrono l’alternativa fra il refund e un buono che però vale il 150 per cento del prezzo pagato. Il Primavera sound di Barcellona ha pensato al rimborso oppure a sconti e vantaggi per l’edizione del prossimo anno il cui cast è già stato annunciato. Solo in Germania è intervenuto il Parlamento offrendo il salvagente del voucher, ma con una clausola che in Italia non è prevista: se entro fine 2021 uno non trova nulla di suo gradimento può chiedere il rimborso. Aiuto finanziario senza però scaricare sui consumatori.

Il governo cerca una via di uscita. «È evidente che la ratio della norma è che il voucher valga solo per un concerto dello stesso artista e che se questo non si terrà, lo spettatore avrà diritto al rimborso. Il Parlamento credo potrà intervenire in conversione per togliere ogni dubbio interpretativo sulla norma», dice il ministro per i beni culturali Dario Franceschini.

La retromarcia potrebbe arrivare con un emendamento presentato da Sergio Battelli del M5S che prevede voucher di durata estesa a tre anni, scaduti i quali si avrebbe diritto al rimborso. «McCartney ha ragione — dice il deputato — ma non è colpa di nessuno. Non critico il meccanismo dei voucher che era stato pensato in una fase emergenziale, ma è necessario andare il più possibile incontro ai diritti degli spettatori». La proposta trova una sponda in Assomusica. Contraria invece ad altri emendamenti che eliminerebbero i voucher. «La norma va migliorata, ma attenzione, c’è un settore che rischia di collassare istantaneamente». Sperano nel nuovo provvedimento anche i fan: «Il decreto è punitivo verso i fan — dice Rolando Giambelli, presidente dei Beatlesiani d’italia associati —. Cosa rispondo a chi mi ha contattato dalla Siberia e del voucher non sa che farsene?».
...continui,inutili,pretestuosi,ammorbanti,futili,oziosi,sterili,irragionevoli, fatui,insensati,ripetitivi e gratuiti interventi,che dispensa con straordinaria generosità in tutte le sezioni del forum affliggono pesantemente.
-"GEWURZTRAMINER"

cabaletta64
Messaggi: 160
Iscritto il: 15 set 2014 18:10
Località: Treviso

Re: Rimborso biglietti causa Covid 19

Messaggio da cabaletta64 » 11 giu 2020 19:13

Amfortas_Genova ha scritto:
10 giu 2020 11:18
Anche Paul McCartney contro il sistema italiano:

https://www.ilpost.it/2020/06/10/paul-m ... biglietti/


Io intanto non ho ricevuto nulla dalla Scala :all
mascherpa ha scritto:
05 giu 2020 12:37
Che mi conferma nella mia decisione di non dare mai piú un centesimo a un teatro italiano se non, eventualmente, dieci minuti prima dello spettacolo.
Con questo comportamento dei teatri italiani, sono d'accordo con Vittorio di andare a teatro solo pochi minuti prima dell'inizio dello spettacolo, e approvo la presa di posizione di Paul McCartney su questo sistema di rimborso che pare essere una moda tutta italiana, e cmq regolamentata per legge, presa di posizione che per il momento solo lui tra i nomi famosi, ha avuto il coraggio di prendere.
Come già detto in precedenza siamo sempre i soliti furbetti di italiani e non facciamo nulla per smentirci agli occhi dei nostri ospiti.

M.Grazia Pellegrini
Messaggi: 17
Iscritto il: 29 giu 2019 10:06

Re: Rimborso biglietti causa Covid 19

Messaggio da M.Grazia Pellegrini » 12 giu 2020 15:38

Per altro a me da Zurigo, per la boheme con Florez, nonostante abbia da mo' compilato il modulo richiesto -rigorosamente in lingua tedesca- di soldi non ne sono ancora arrivati...alla faccia della puntualità degli svizzeri!

Avatar utente
Amfortas_Genova
Messaggi: 431
Iscritto il: 04 mag 2014 18:31
Località: Genova

Re: Rimborso biglietti causa Covid 19

Messaggio da Amfortas_Genova » 12 giu 2020 16:22

Arrivati primi due voucher dalla Scala, il terzo se lo sono scordato. Partito ennesimo sollecito.
«Few men think; yet all have opinions»
Berkeley

Avatar utente
mascherpa
Messaggi: 14290
Iscritto il: 28 apr 2004 14:12
Località: Borgotaro - Venezia

Re: Rimborso biglietti causa Covid 19

Messaggio da mascherpa » 15 giu 2020 08:36

Ricevuto con accredito valuta 5 giugno il rimborso della Kovancina berlinese del 7 giugno: un vero peccato, tra l'altro, perchè sarebbe stata in un'orchestrazione nuova.
Si ce que je dis ne vous plaist pas, je ne scais qu'y faire. C'est moi, pourtant, qui exprime la vérité (JC, d'après GTdL)

Immagine

τί μοι σὺν δούλοισιν;

Avatar utente
Gaudenzio
Messaggi: 92
Iscritto il: 25 gen 2006 13:35
Località: Lugano

Re: Rimborso biglietti causa Covid 19

Messaggio da Gaudenzio » 15 giu 2020 09:56

Grande caos al Regio di Torino (oltre al commissariamento in arrivo, purtroppo....)
Per le opere rinviate (Boheme e Don Pasquale) non valgono piu' i vecchi biglietti e l'annuncio di accettazione del posticipo da parte degli abbonati. Bisogna richiedere il voucher, pero' tenere anche i vecchi biglietti !!!!
Poi si dovranno ricomprare una volta che saranno definite le date.
Alla riapertura si annuncia un caos amministrativo colossale.
No comment.
Gaudenzio Strappapuppole

[size=85]Due vecchi pazzi e stralunati si aggirano di notte per i vicoli di Mantova credendo di essere Rigoletto e Sparafucile...[/size]

rebenello
Messaggi: 55
Iscritto il: 20 mar 2012 17:10

Re: Rimborso biglietti causa Covid 19

Messaggio da rebenello » 15 giu 2020 17:07

Gaudenzio ha scritto:
15 giu 2020 09:56
Grande caos al Regio di Torino (oltre al commissariamento in arrivo, purtroppo....)
Per le opere rinviate (Boheme e Don Pasquale) non valgono piu' i vecchi biglietti e l'annuncio di accettazione del posticipo da parte degli abbonati. Bisogna richiedere il voucher, pero' tenere anche i vecchi biglietti !!!!
Poi si dovranno ricomprare una volta che saranno definite le date.
Alla riapertura si annuncia un caos amministrativo colossale.
No comment.
Fonte della notizia?
Perché, per quanto riguarda gli spettacoli riprogrammati, sul sito io continuo a leggere:

"Le rappresentazioni dell’opera, previste dall’11 al 22 marzo 2020, sono state riprogrammate nel mese di dicembre 2020.

Il nuovo calendario sarà comunicato con la presentazione della Stagione d'Opera 2020-2021. Ciascuna data di marzo avrà una data corrispondente in dicembre per cui sarà valido il biglietto in vostro possesso.
Sarà inoltre possibile richiedere il cambio di data, compatibilmente con i posti disponibili.

In alternativa è possibile scegliere tra la donazione e la richiesta di voucher".

Avatar utente
Rossini77
Messaggi: 1236
Iscritto il: 06 ago 2007 10:17
Località: Biandrate (NO)

Re: Rimborso biglietti causa Covid 19

Messaggio da Rossini77 » 15 giu 2020 20:37

rebenello ha scritto:
15 giu 2020 17:07
Gaudenzio ha scritto:
15 giu 2020 09:56
Grande caos al Regio di Torino (oltre al commissariamento in arrivo, purtroppo....)
Per le opere rinviate (Boheme e Don Pasquale) non valgono piu' i vecchi biglietti e l'annuncio di accettazione del posticipo da parte degli abbonati. Bisogna richiedere il voucher, pero' tenere anche i vecchi biglietti !!!!
Poi si dovranno ricomprare una volta che saranno definite le date.
Alla riapertura si annuncia un caos amministrativo colossale.
No comment.
Fonte della notizia?
Perché, per quanto riguarda gli spettacoli riprogrammati, sul sito io continuo a leggere:

"Le rappresentazioni dell’opera, previste dall’11 al 22 marzo 2020, sono state riprogrammate nel mese di dicembre 2020.

Il nuovo calendario sarà comunicato con la presentazione della Stagione d'Opera 2020-2021. Ciascuna data di marzo avrà una data corrispondente in dicembre per cui sarà valido il biglietto in vostro possesso.
Sarà inoltre possibile richiedere il cambio di data, compatibilmente con i posti disponibili.

In alternativa è possibile scegliere tra la donazione e la richiesta di voucher".
E' arrivata anche a me una mail del Regio che riporta quanto scritto da Gaudenzio, però non so se valga solo per gli abbonati.
A me l'armi porgete. Io son Guglielmo Tell.

Immagine
Cavalieri dell'Ordine Subalpino

Rispondi